Con il passaggio al Mic-2 si vuole realizzare un
hardware che permetta di assemblare gli argomenti delle istruzioni in modo diretto e di
eliminare la fase di estrazione byte per byte come accade nel Mic-1 in cui si perdemolto
tempo per estrarre una parola. Oltre a velocizzare il tutto si ha chel'hardware per questa
fase è distinto dall'hardware che esegue programmi Mic-2che implementano il resto
dell'algoritmo dell'interprete, proprio perchè parte dell'hardware implementa il Mic-2 e
parte l'interprete IJVM. La fase di estrazioneed il retso possono essere eseguite in modo
indipendente e quindi contemporaneamentecioè mentre estraggo l'istruzione posso eseguire
l'istruzione precedente. Si tratta dunque di un parallelismo pipeline. L'architettura del
Mic-2è di tipo pipeline e precisamente prefeching.Dal mic-1 si può rimuovere gran parte
del carico dell'ALU creando unità indipendente per il fetch delle istruzioni che è proprio
l'IFU.Essa incrementa PC in modo indipendente e legge byte dal flusso dei bytedel
programma prima che siano necessari. IFU richiede solo un incrementatoree un circuito più
semplice del sommatore completo dell'ALU.Il vantaggio di usare l'IFU è che elimina il
ciclo principale perchè altermine di un'istruzione salta direttamente all'istruzione
seguentequindi  goto Main1 del Mic-1 viene sostituita direttamente da goto(MBR).Un altro
vantaggio è che le istruzioni sono organizzate in sequenza.Inoltre per ridurre la
lunghezza del path vengono aggiunti due bus di input dell'Alu; il vantaggio sta nel fatto
che è possibile sommare un qualsiasi registro con un altro in un solo ciclo.IL mic-2
rappresenta un netto miglioramento rispetto al mic-1 perchè è un'implentazione più veloce
usa meno spazio nel control store anche seil costo dell'IFU è superiore rispetto a un
control store piccolo.

VALENTINA CAMPISI (304)