1. Dopo che una interruzione e' stata gestita da un programmino in linguaggio macchina, il 
    controllo al programma che era stato interrotto viene restituito solitamente nel seguente modo:

   A. eseguendo una particolare istruzione di RETURN FROM INTERRUPT poiché il gestore delle interruzioni
          non è stato invocato con una normale chiamata di metodo o procedura.    

   
B. eseguendo una istruzione di RETURN come avviene alla fine di metodi e procedure, anche se il gestore non
         è una procedura come le altre, poiché l'invocazione del gestore delle interruzioni avviene come una CALL.

  C. il controllo ritorna al programma interrotto in modo completamente automatico, poiché alla fine del ciclo
          del microinterprete viene sempre eseguita la fase di controllo del ritorno.

  D. eseguendo una istruzione di RETURN come avviene alla fine di metodi e procedure, poiché il gestore
          delle interruzione è una procedura come le altre.

  
E. eseguendo una IRETURN facendo attenzione a mettere prima sullo stack il vettore delle interruzioni.
  
F.
La domanda è priva di senso poiché il gestore delle interruzioni è sempre un microprogramma. 


2. Si considerino le due istruzioni IJVM BIPUSH e ILOAD. Le loro modalità di indirizzamento
    sono, rispettivamente:

   
A. Modalità Registro, Modalità Registro indiretta (relativa al registro LV).     
   
B. Modalità Immediata, Modalità Registro Immediata
   
C. Modalità Diretta (relativa al registro SP), Modalità Variabile.
   
D. Modalità Registro (relativa al registro SP), Modalità Immediata.
   
E. Modalità Immediata, Modalità Indice (relativa al registro LV).
   
F. Modalità Diretta (relativa al registro SP), Modalità Immediata.
   
G. Modalità Registro indiretta, Modalità Variabile.

  

3. Se abbiamo Memory Mapped I/O (I/O mappato sulla memoria)

   
A. la memoria può eseguire operazioni di Input/Output. 
   
B. è possibile scrivere o leggere su registri appartenenti a Chip di I/O come se fossero locazioni di memoria.
   
C. è possibile trasferire (mappare) il contenuto di un registro della CPU direttamente su un registro di un chip
          di I/O senza doverlo prima trasferire in memoria.
   
D. è possibile trattare la memoria come una qualsiasi periferica di Input/Output. 
    
E.  è possibile scrivere(leggere) in un grande numero di locazioni di memoria contemporaneamente con una
           sola operazione di Input(Output).